Avvertenze Generali

 - Il saldo prezzo (dato dalla differenza fra la cauzione versata ed il prezzo di aggiudicazione) va effettuato nei 120 giorni dall'aggiudicazione; per effettuare lo stesso si può accedere ad un finanziamento bancario.

- Avvenuto il saldo prezzo viene predisposto il decreto di trasferimento (atto del Giudice) che costituisce il titolo di acquisto della proprietà.

- Una volta depositato in Cancelleria il decreto di trasferimento viene inviato all'Agenzia delle Entrate per la liquidazione delle imposte;

- Dopo che il decreto è stato liquidato, il delegato predispone una nota spese a carico dell'aggiudicatario che prevede il pagamento di:

1) imposte (come liquidate dall'Agenzia delle Entrate);

2) marche da bollo e diritti di copia;

3) quota parte del compenso del delegato a carico dell'aggiudicatario (come previsto dal D.M. 227 del 25.10.2015 - pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 45 del 24.02.2016);

- Non sono dovuti compensi ulteriori di nessun tipo (diritti d'asta etc).

- In caso di immobile in condominio, sono dovute le spese condominiali arretrate per l'anno in corso e l'anno precedente al trasferimento;

- Il Delegato procede alla cancellazione delle formalità pregiudizievoli (pignoramenti, ipoteche etc.) che gravano sull'immobile a spese della procedura (nulla è dovuto dall'aggiudicatario).

- Il Delegato procede altresì, qualora ne ricorrano i presupposti, alla liberazione dell'immobile, sempre a spese della procedura.